Le pulizie di primavera valgono anche per l’azienda

Mattia Golin Azienda, Servizi Leave a Comment

Quest’anno è maggio il mese delle pulizie di primavera. Il Veneto in arancione nel mese di aprile ha frenato gli entusiasmi e le richieste. Dopotutto molte aziende lavorano ancora parzialmente in smart working, gli orari delle aperture sono stati ridotti e le esigenze sono cambiate. Ma il sole primaverile e il passaggio in zona gialla, da lunedì 3 maggio, hanno fatto nascere la voglia di “togliere un po’ di polvere” accumulata durante i mesi invernali. E noi siamo pronti a rispondere.

Uno dei servizi che ci impegna maggiormente, da marzo a fine giugno, è la pulizia dei pannelli fotovoltaici. Come è noto si tratta di pannelli che catturano la luce solare e la trasformano in energia elettrica, permettendoci di limitarne l’acquisto dai gestori privati. Sono abbastanza diffusi, nel nostro paese, grazie al boom che ebbero circa 10 anni fa, grazie agli incentivi statali e ne sono dotati privati e aziende. Noi lavoriamo per le seconde e alcuni clienti ci hanno contattato fin dall’installazione e ancora si servono dei nostri servizi.

Un impianto lavora al massimo della sua efficienza se viene lavato annualmente, altrimenti vi si depositano residui lasciati dalle intemperie e smog, che creano un leggero ma persistente strato ombreggiante che abbassa la resa dell’impianto. Per questo noi consigliamo la pulizia annuale. Alcuni clienti arrivano a spostare la pulizie di tre anni, ma devono sapere che al posto di un semplice detersivo neutro in questo caso siamo costretti a effettuare un prelavaggio con prodotto alcalino, per rimuovere i residui di sporco sedimentato e solo dopo questo passare al lavaggio normale.

Le operazioni per questo servizio vengono organizzate sempre in relazioni alle dimensioni dell’impianto: per gli impianti aziendali di dimensioni più contenute procediamo come per la detersione di semplici vetrate e quindi con il detersivo e il tergivetro, invece per gli impianti di dimensioni maggiori utilizziamo una macchina ad osmosi inversa, di modo che l’acqua non lasci residui che possano inibire l’efficienza ricettiva del pannello, dopo l’asciugatura. Attualmente stiamo valutando l’acquisto di alcune spazzole automatiche, che renderanno più leggero il lavoro dell’operatore sugli impianti medio grandi e ottimizzeranno i tempi di esecuzione.

Un periodo, dunque, molto intenso per noi, accanto al consueto lavoro di pulizie di interni e sanificazione. Ora manca solo che il bel tempo si stabilizzi e poi potremo goderci il benessere della stagione.

Buon sole a tutti, con i pannelli perfettamente puliti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *